NEWS
  CONCERTI
  DISCOGRAFIA
  NEGOZIO
  RECENSIONI
  NEWSLETTER
  CONTATTI
  BEGGAR TOWN OFFICIAL VIDEO
  WAITING ON THE DOOR OFFICIAL VIDEO
 

SPIRITS
(2009)

» acquista
» leggi la scheda
» vai alla discografia

Spirits

Just Like Animals

Abbacchiato e in disparte
il gatto nero se ne sta dietro la porta
mentre i topi si lanciano in danze sfrenate.
La luna è alta nel cielo.
Il pipistrello è ubriaco e il gufo è cieco.
La volpe stappa un’altra bottiglia di vino.
La mosca dei bassifondi sta accumulando debiti.
La banca non concederà altri prestiti.
Lo squalo è tornato, i gabbiani giocano sulla spiaggia.
C’è una lucciola che sta facendo fortuna:
ha agito a modo suo e sta diventando ricca.
Ma non so se sia davvero felice, stanotte.

Ecco la grande balena, guarda come “soffia”...
lei sa come si sta a galla
mentre i pesci piccoli, si sa, devono farsi da parte.
«Non stai crepando, quindi non piangere»
disse la scimmia al coccodrillo.
«Fammi accendere e smettila di lamentarti, stanotte».
Adesso il rospo è in attesa vicino al pozzo dei desideri
lo sanno tutti che è sotto incantesimo.
Arriva il grillo, ha qualcosa da dire.
Il lupo chiede l’elemosina sulla riva del fiume.
L’agnello, gentile, ridacchia: «Non ho spiccioli».
Il coniglio, ansimante, grida: «Non c’è tempo!»      

La corona del leone... è sul pavimento

Il corvo volteggia sopra il cimitero.
Il verme guarda in alto e saluta: «Hey ciao!»
Il corvo risponde: «Sei nel posto giusto per tirare le cuoia».
«Amico mio, non sai quello che dici:
per un verme non c’è posto migliore.
Qui il mio pranzo è ogni giorno più abbondante»

La corona del leone... l’hanno rubata

Feeling down, lying low
the black cat is behind the door
while the mice are dancing wild on the floor.
The moon is high, up in the sky.
The bat is drunk and the owl is blind.
The fox uncorks one more bottle of wine.
And now the downtown fly is running up the score.
The bank won’t grant a loan anymore.
The shark is back, the seagulls play on the shore.
And there’s a firefly on the lucky side:
she made her way and she made a pile.
But I don’t know if she’s really happy tonight.

Here she comes, there she blows...
the big whale knows how to float
and the small fry’s gotta move aside, you know.
«You won’t die, so don’t cry»
said the monkey to the crocodile.
«Give me a light and please stop wailing tonight».
And now the toad is waiting by the wishing well
everybody knows that he’s under a spell.
The cricket comes, he’s got something to tell.
And now the wolf is begging by the riverside.
The kind lamb laughing: «I ain’t got a dime».
The rabbit, panting, cries out: «There is no time!»

The lion’s crown... is over the floor.

And now the crow is flitting in the graveyard sky.
The worm looks up sayin’ «Hey, bye bye»
The crow replies «Hey you’re in the right place to die».
«Well, my friend, I guess you don’t know what you say:
for a worm there ain’t a better place to stay.
This is the site where my lunch grows everyday»

The lion’s crown... they stole it away.


A Pig On A Lead

Si diede alla macchia avvolto in una nuvola di fumo.
Sorrise quando tentarono di dirgli: «Questo non è uno gioco».
Un giorno la signora in nero gli disse: «Ti sto aspettando».
Lui scoppiò a ridere e rispose: 
«Signora, questa non mi sembra una novità».

Lo stavano aspettando con le armi cariche.
Era solo un ragazzo, un figlio ribelle.

Videro arrivare un vecchio straccione
con un maiale al guinzaglio.
Cominciarono a sghignazzare e a prendersi gioco di lui.
Il vecchio si fermò all’ingresso dell’osteria e disse:
«Sareste così gentili da dare un’occhiata al mio maiale
mentre bevo un bicchiere di vino da due soldi?»

Poi si riprese il maiale e salutò: «Grazie e arrivederci».
E scomparve, con un sorriso.
           
Il giorno seguente erano ancora lì ad aspettarlo
ma lui non si fece vivo.
Così dissero: «E’ solo un codardo
e uno sbruffone da strapazzo».
Poi però ricevettero una lettera, c’era scritto:
«Grazie per la gentilezza.
Badare al mio maiale, giusto questo potete fare»

Furono spazzati via da una risata,
con le loro armi pronte a sparare.
Era solo un ragazzo, un figlio ribelle.

He dived into the wild side lost in a cloud of smoke.
He smiled when they tried to say: «This is not a joke».
One day the dark lady said: «Baby, I’m waiting for you».
He laughed and said: «Lady this wisecrack
is not something new».

They were waiting for him with their loaded guns.
He was just a young boy, a rebel son.

They saw a ragged old man
with a pig on a lead coming by.
They started to laugh and to fool takin’ him for a ride.
He stopped by the inn and said: «Guys would you please be so kind to care of my pig
while I drink a good glass of cheap wine?»

Then he took back the pig and said:
«Thanks and goodbye».
And he faded away, with a smile.

The following day thay were waiting
but he did not come around.
So they said: «He’s just a coward, a swaggerer
down to the ground».
Well, then a letter came on sayin’:
«Thank you for your kindness too.
You can just care of my pig, that’s all you can do».

Broken down by a laugh, with their loaded guns.
He was just a young boy, a rebel son.


Leave Me A Drain

Lasciamene un goccio, non scolarti tutta la bottiglia.
Il mio destino è fuori controllo.
Un giorno ti svegli e trovi la tua strada
sbarrata da un grande muro.
Allora ti volti indietro
e vedi soltanto cenere e conti da pagare.

Lasciamene un goccio, sto puntando forte.
Ho un asso nella manica ma la tensione mi ha prosciugato.
Che cosa si nasconde dietro il tuo sorriso?
Hai una mano migliore della mia?
Smaschera il mio bluff, vieni a vedere se è solo un inganno.

Adesso ho l’inferno dentro di me!

Lasciamene un goccio, non ho paura di parlare chiaro:
non sono un santo.
Lo sai, sono un serpente.
Non fidarti di me, sono solo una mosca da bar.
Non chiedermi chi sono
ti mentirei ancora una volta.

Adesso ho l’inferno dentro di me!

Non ho nessun posto in cui nascondermi!

Leave me a drain, don’t drink it all.
I’ve got my fate out of control.
One day you wake up
and you see a big wall on your way.
Then you look back
and you see just ash and bills to pay.

Leave me a drain, I’m playing high.
Ace in the hole, but I’m bone dry.
What’s behind your smile?
Is your hand better than mine?
Blow my bluff away, come to see if that’s a lie.

Right now I’ve got the hell inside!

Leave me a drain, I’m not afraid
to speak out: I’m not a saint.
Well, you know I’m a snake
don’t trust me I’m just a barfly.
Don’t ask me who am I
I’d tell you one more, one more lie.

Right now I’ve got the hell inside!

No place to hide!


Circus Of Fools

Prese un vecchio violino ed emise un suono.
La pigra vedova grassa rideva a crepapelle.
Il sorriso è uno specchio sul viso di un clown
e, sai, ogni specchio mente, in qualche modo.
Trovò il suo rifugio ai margini della città
cavalcando il cavallo dorato di una giostra.

E il cavaliere se ne andava lontano.
E la banda cominciava a suonare.

Si sentiva un estraneo in quel circo di pazzi.
Di lui dicevano che era un giocatore d’azzardo
destinato alla sconfitta.
Trovò il suo rifugio
ai margini della città
cavalcando il cavallo dorato di una giostra.

E il cavaliere se ne andava lontano.
E la banda cominciava a suonare.

He took an old fiddle and he put out a sound.
The fat lazy widow was laughing out loud.
The smile is a mirror in the face of a clown
and, you know, every mirror is lying somehow.
Well he found his own shelter on the outskirts of town
riding a golden horse on a merry go round.

And the knight was just breakin’ away.
And the band was starting to play.

Well he felt like a stranger in that circus of fools.
They said he was a gambler
that was bound to lose.
Well he found his own shelter
on the outskirts of town
riding a golden horse on a merry go round.

And the knight was just breakin’ away.
And the band was starting to play.


La Buveuse

Seduta, lo sguardo fisso nel vuoto,
i pensieri che si muovono lenti.
Un bicchiere di assenzio è tutto quello che ha
per tenere a bada i suoi demoni.

Henri entra in quel locale losco
con passo zoppicante
si toglie il cilindro e saluta:
«Salve mia dolce signora».

Lei sta vagabondando intorno ai suoi ricordi.
Un giorno era una regina.
Adesso vive come una pezzente
ma una volta era una stella.

I semi muoiono, i fiori sbocciano.
Si sa, tutto scorre...

«Pagami da bere se vuoi dipingere
il mio inferno privato.
Brindo ai bei tempi andati,
quando il mio fegato era ancora sano».

L’inciampo diventa una caduta senza fine
mentre il tempo scivola via.
Ma lo sai che mi scaldi il cuore,
Henri, quando dipingi.

Questa canzone è ispirata dal dipinto “La Buveuse” di Henri de Toulouse Lautrec

Sittin’ down, staring at the blank
her mind is moving slow.
An absynth glass is all she has
to keep the fire low

Henri goes into that shady place
with a shaky gait
taking off his black top hat:
«Hello, my graceful maid»

She’s hangin’ around a flash-back ground.
One day she was a queen.
Now she is in a beggar’s shoes
but one day she was topping the bill.

The seeds are dying, the flowers grow.
You know, everything flows...

«Buy me a drink if you wanna paint
my own private hell.
I raise my glass to the good old days,
when my liver was well».

The stumble becomes an endless fall
while time slips away.
But you know, you warm my heart,
Henri, when you paint.


Dried Leaves

Cadono le foglie secche
e ricoprono la strada
che devo attraversare ogni giorno.
Ma è giunta l’ora che il vento le spazzi via
e che l’autunno se ne vada dai miei pensieri.

Lontano dalla folla
cammino solitario
e i piccoli truffatori mi ronzano intorno.
Ma gli inganni si scoprono in fretta e io sono stanco
di essere raggirato da gente che non vale niente.

Ho bisogno di te per spazzare via le nubi.
Ho bisogno di te per dissolvere il grigio.
Tienimi fra le tue braccia per un momento
prima che sia troppo tardi.
Perchè il tempo vola via.

Mi sento fortunato ad averti accanto
ogni giorno il tuo sorriso mi illumina.
E io mi sento bene, se tu sei felice.
Sarò sempre dalla tua parte.

I tuoi occhi splendono come il sole
la nebbia sta svanendo.
Tienimi fra le tue braccia per un momento
prima che sia troppo tardi.

Perchè il tempo vola via.

Dried leaves are fallin’
they cover the way
that I have to cross everyday.
But now it’s the time for the wind to blow high
and for the fall to go away from my mind.

Far from the huddle
I’m walkin’ alone
small time jokers are coming around.
But lies will out and I’m tired out
of worthless people mocking about.

 I need you now to blow away the cloud.
 I need you to wipe out the grey.
 Let me lie in your arms for a while
 baby, before it’s too late.
 ‘Cause now the time flies away.

Well I feel so lucky, you are by my side
everyday your smile is a light.
And I’ll be alright, if you’ll be alright.
I will always be on your side.
 
And now your eyes they shine like the sun
 the haze is fading away
 Let me lie in your arms for a while
 baby, before it’s too late.

‘Cause now the time flies away.


Lay Down

Il sole è pallido, la foschia avvolge tutto.
Filtra una luce biancastra e sibila un vento gelido.
Affido la mia anima al suono delle onde
mentre l’azzurro e il grigio oscillano fra le acque del mare.

Il mio sguardo è perso da qualche parte
oltre la linea dell’orizzonte, mentre il tempo si è fermato.
I miei pensieri sono lontani un milione di miglia.
Mille fotogrammi sfrecciano nella mia mente e poi svaniscono.

Metterò da parte tutto il tempo sprecato.
Metterò da parte tutto quello che non conta.

Fermerò la corsa di questi giorni frenetici e folli
che trascorrono senza lasciare traccia sul mio cammino.
Mi prenderò il mio tempo per guardare il cielo
per parlare con te e per sentirmi vivo.

Metterò da parte tutto il tempo sprecato.
Metterò da parte tutto quello che non conta.
           
Hai mai fermato
la tua folle frenesia, per un attimo?
Concediti una sosta, guardati intorno e chiediti che senso ha.

The sun is pale and the haze is all around.
Whitish light and cold wind coming down.
I entrust my soul to sound of the waves
and the sea sways between blue and grey.

My eyes are lost somewhere over the line
of the horizon, as the time is standing by.
My mind is a million miles away.
A thousand frames roll by and fade away.
           
I’ll lay down all the wasted time.
I’ll lay down all the trifling side.

I’ll stop the run of these frantic crazy days
passing by leaving nothing in my way.
I’ll take my time to look at the sky
to talk with you and to feel alive.
           
I’ll lay down all the wasted time.
I’ll lay down all the trifling side.

Have you ever stopped
your foolish run for a while?
Take a rest, look around and wonder why.


The Sea Is Down

I piani alti:
a quelli sono destinato.
Lascerò questi quartieri malfamati.
Mi fingerò pazzo.
Camminerò come uno storpio.
Conosci il mio nome?

Segui il mio consiglio
e i mei dadi truccati.
A me gli occhi, a me gli occhi!
E’ tutto inutile.
E’ sofferenza senza senso.
Credi al loro gioco?

Il mare è calmo stanotte.
Il mare è calmo stanotte.

Non vedo nemmeno un’onda.
Non vedo nemmeno un’onda.
Non vedo nemmeno un’onda, calma piatta.

Tutti pregano
ma nessuno ci crede davvero.
E’ solo un gioco di potere.
La vergogna è morta
e nessuno versa lacrime.

E io mi sento bene, mi sento bene.

The higher ground:
that’s where I’m bound.
I’m gonna leave downtown.
I’ll fake insane.
I’ll walk like a lame.
Hey, do you know my name?

Take my advice
and my loaded dice.
Give me your eyes, your eyes!
It’s all in vain.
It’s wasted pain.
Do you believe their game?

   The sea is down tonight.
   The sea is down tonight.
 
I don’t see any wave now.
 I don’t see any wave now.
 I don’t see any wave now, all is down.

Well, they all pray
but no one has faith.
It’s all a power play.
The shame has died
and nobody cries.

And I’m alright, alright.








  TORNA ALLA HOME PAGE  
  la nostra pagina su Facebook   la nostra musica su cd baby   i nostri video su youtube   acquista su itunes